Uncategorized

La paghetta

ImmagineOggi Gramellini torna sull’annosa questione dei bamboccioni, partendo dal dato che in Italia il 28 per cento degli adulti fra i 35 e i 40 anni (non proprio ragazzini) ha bisogno del sostegno dei familari. Scrive che molto dipende dalla crisi, e va bene, parecchio però è l’illusione di trovare un lavoro che non c’è (o non c’è più) e quindi insistere su strade universitarie o post universitarie che non portano a niente. Un po’ più a ovest di Torino, Michael Bloomberg, il sindaco di New York, in questi giorni se ne è uscito con “dite ai vostri figli di fare gli idraulici, non iscriveteli ad Harvard, guadagneranno meno”.

Io non so se hanno ragione loro. O se da altre parti, nell’occidente avanzato – non nei sobborghi di qualche megalopoli cinese – , si reagisce alla crisi puntando su forze intellettive nuove, start up innovative di giovani laureati/imprenditori, gente fresca insomma. Credo proprio di sì. La produzione dei materiali non passa più da noi. Rimangono i servizi ed il terziario avanzato. C’è spazio per darsi da fare. Anche nella pubblica amministrazione, che ormai frequento, basterebbero meno persone, ma più dinamiche e formate.

Altra cosa, forse peggiore, i laureati 38enni fuoricorso in Filosofia teoretica, che non hanno portato mezza birra ad un pub in vita loro e che si stupiscono che nessuno adori i loro curricula così raffinati e pieni di seminari seguiti all’Università di Vattelappesca. Ecco a questa generazione di piagnoni servirebbe una dentata in terra per capire che mentre si coltivano i sogni, non fa male anche coltivare  la terra, se c’è bisogno. E che la fatica, spesso, fa rima anche con autonomia economica. E’ dura, ma è  la vita.

Tra l’impresa in nanotecnologie meccaniche e il pony express della pizzeria al taglio, c’è tutto un mondo, insomma. Tra le paternali degli eterni garantiti e i piagnistei dei pigroni, c’è un sacco di gente che si fa il culo, non si lamenta e non sta in quelle classifiche lì. Di questi tempi, mezzi eroi.

PS: chi vi scrive è figlio di un idraulico e laureato in Scienze della Comunicazione. Quindi so cosa significa rinunciare al lavoro sotto casa.

Annunci

One thought on “La paghetta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...