Uncategorized

Ciao bella, bella ciao

La foto è di spalle. Perché adesso ci cammina davanti, ci precede. Le prossime parole non sono le mie, ma di una persona a me molto cara. E sono tra le più belle parole d’amore che abbia mai letto.

ImmagineMia carissima,

perdonami se vengo meno oggi al tuo desiderio di riservatezza. Nel momento in cui hai ceduto all’impari lotta che da 3 settimane combattevi alle Scotte contro la belva oscura che ti divorava, credo sia giusto che i nostri amici sarteanesi sappiano qualche cosa di te.

Orfana di guerra, conclusa la terza media, per 5 anni sei stata operaia a Trieste e, nello stesso tempo, allenandoti alla sera e nel fine settimana sei diventata campionessa di atletica leggera, fino al ritiro a Chiavari con la nazionale azzurra nel 1958. Mi hai raggiunto a Milano nel 1961, appena maggiorenne, e ti sei messa a studiare per vincere il concorso dei servizi tecnici in RAI. Ci siamo sposati nel 1962. Nel 1978 abbiamo fondato insieme ad un gruppo di giovani la Abacus e ancora una volta hai studiato, per acquisire le basi della contabilità, fino a diventare responsabile dell’amministrazione nel 1985.

A Sarteano ti sei innamorata del monte Cetona, di cui hai percorso tutti i sentieri prima a cavallo con il tuo Argy e poi a piedi con la tua Tricky, da Fonte Vetriana al Varco e alle Contesse oppure attraversando la montagna fino a Valle Saccaia e alle Poggiaie, ritornando per Casa Bebi alla nostra Fonterenza.

Ieri sono crollato ma oggi sono stato accanto a te. Venerdì ancora con un filo di voce roca mi dicevi, tenendomi per mano “‘non ce la faccio più… portatemi via”.

Senza essere credente hai amato il tuo prossimo, molto più di te stessa, ti sei sempre battuta per la causa dei più deboli con nel cuore la bandiera rossa. Oggi hai finito di soffrire. Ti porteremo sempre dentro di noi.

Ciao Bella… Bella ciao.

G.

ps: G. è d’accordo con la pubblicazione di questa sua lettera pubblica.

Annunci

One thought on “Ciao bella, bella ciao

  1. Giorgio saluterà Laura con un bicchiere di spumante mercoledì 5 alle ore 19,30 presso la sala mostre. Leggerà alcune righe che ha scritto per lei e condividerà con chi sarà presente la gioia di averla conosciuta ed il dolore di averla persa per sempre. Siete invitati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...