Uncategorized

Lavorare a credito

ImmagineOgni tanto, anche a me prende lo sconforto. Un mio amico, in un bello scambio di lettere sull’impegno e la politica, alla fine, mi scrive:

“So perfettamente che “le cose si cambiano da dentro”, che è troppo facile strare fuori a osservare e magari pure a criticare, ma per fare tutto ciò bisogna credere in un progetto, in un disegno… e questo è quello che manca a me, la fiducia nei “nostri” leader. La loro mancanza di idee, le loro incertezze mi spaventano.”

Non sono parole a caso. Ha militato, e sa cosa vuol dire.

Ecco, io vorrei che qualcuno lassù ci guardasse, per due minuti. Che vedesse la fatica, la grande fatica che facciamo e che ci desse una mano. Perché stiamo lavorando “a credito” per tenere in piedi i circoli stremati e rabbiosi; e unite le comunità che amministriamo.

Stiamo lavorando a credito, perché pensiamo che un’idea di sinistra meriti di essere portata avanti e difesa, anche (soprattutto) da voi stessi e dalle vostre assemblee nazionali. Ancora per un po’ ci si fa, solo perché crediamo che a stare fermi, a lasciare lo spazio a qualcuno ancora più stronzo di noi, sarebbe in ogni modo peggio.

Ma se questo benedetto congresso non ci ripaga un po’ della faccia che ci mettiamo tutti i santi giorni, vi meritate cento, ventimila Beppe Grillo.

Fine dello sfogo. Adesso torno ai miei pensieri costruttivi e ottusamente fiduciosi (che peggio di così…). Perché a distruggere ci pensano già gli eroi dei cavilli agli statuti e i furbetti dell’ultimora.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...