Uncategorized

Il cielo negli occhi e l’inferno in bocca.

castello montagna

Chi mi conosce sa che non sono credente. E che al tempo stesso sono molto rispettoso in chi crede perché in fondo ne ammiro il coraggio (ma questo è un altro tema). Penso che la vicenda dell’illuminazione della croce del Cetona sia nata male, e proseguita peggio. Penso anche, però, che chi si doveva chiarire delle opinioni espresse lo abbia fatto, faccia a faccia, dentro ad una stanza e senza giornali, come si fa tra persone serie. Non abitiamo a New York, basta telefonarsi.

Poi, se qualcuno vuol continuare a farci speculazioni politiche per trovare un po’ di visibilità, fare interviste, fiaccolate e governi ombra, sono problemi suoi, e se ne assuma le responsabilità delle cose fatte e dette (alcune gravi) ai giornali locali. Siamo adulti e maggiorenni.

Ad altri adulti e maggiorenni che invece conosco, magari tirati per la giacca in questa storia magari senza volerlo, suggerisco che alla fine anche “il troppo stroppia”, tanto per ricordare un altro famoso detto toscano. Dopo un pochino, c’è da considerare anche il rispetto per i simboli di chi crede. Per fortuna chi è intelligente l’ha già capito da sé, e ha smesso.

Comunque, passata la buriana, lo sparticque non sarà tra chi era a favore o contro una cosa, ma tra chi era sincero e chi no. E tra sinceri, anche se si è battibeccato, prima o poi un canale di comunicazione si apre. Chi vuol far casino per altri scopi, si accomodi pure: a me non interessa. Lasciamoli continuare a  dare cazzotti all’aria, al massimo chiapperanno qualche mosca fuori stagione.

Mi si chiede perché il Pd di Sarteano non abbia detto nulla. Ma io credo che chi vive il messaggio originario di Gesù Cristo, forse vuole dalla politica (anche locale) altre risposte che non commentare il perché la soprintendenza abbia detto di no alla croce illuminata… ma come si lotta contro la povertà, la disuguaglianza e si sostengono le persone sole ed emarginate. Anche con i pochi mezzi che si hanno nell’amministrare un piccolo comune.

Su questo terreno accetto la sfida, da persona di sinistra quale mi ritengo. O meglio: chiedo un aiuto a chi vorrà darlo.

Preferisco, da non credente rispettoso, occuparmi di questo, per il minuscolo ruolo che ho e per il poco che posso, piuttosto per partecipare ad una rissa costruita ad arte. Che due minuti fa sorridere, dopo un pochino stufa.

Peace & love.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...