I MILLENNIALS ED IL SOCIALSIMO GENTILE

Negli Stati Uniti un sondaggio di YouGov di pochi mesi fa (vedi Washington Post) ha rivelato che il 43% degli elettori under 30 vede il socialismo con favore (mentre solo il 32% ha simpatia per il capitalismo).

socialism millennials

Non si parla di falci e martello o di Stalin, state tranquilli, ma di un “socialismo gentile” secondo alcuni analisti simile all’idea nordeuropea del socialismo, quella scandinava, per capirsi. Fatto di welfare generoso, sanità pubblica gratuita, un pizzico di sharing economics, ma niente Stato accentratore che oscura il libero mercato.
socialismo.jpg
Tornano di moda alcuni valori – giustizia sociale, equità, pace, senso di comunità – non i protagonisti di stagioni contraddittorie se non addirittura sanguinose, ormai condannati dalla storia.
E’ una simpatia istintiva quella dei giovani americani, magari poco informata delle storture del socialismo reale del novecento e delle dittature sovietiche, ma che traccia, a mio avviso, un futuro  più romantico ed ottimistico rispetto ai rancori xenofobi o al disincanto rassegnato che spesso pervade le giovani generazioni europee.
Gli Stati Uniti hanno spesso anticipato sentimenti collettivi e generazionali, chissà non ci riescano anche stavolta.